Caricamento
Ebri.it



Finalità

Il cervello è l’organo più complesso di qualsiasi sistema vivente. L'attività dei neuroni (le cellule cerebrali) sottende tutti i comportamenti, dai compiti più semplici come camminare o respirare, a funzioni cognitive complesse quali la produzione di teorie e concetti astratti, apprezzamento delle arti e della letteratura e realizzazione di compiti logici e di memoria complessi. Sebbene siano in corso imponenti sforzi per comprendere i meccanismi delle funzioni cerebrali, le Neuroscienze rappresentano ancora una frontiera aperta ed i misteri del cervello sono ancora ampiamente inesplorati.

aims


Le capacità di un cervello sano sono così sofisticate che anche una minima alterazione può indurre patologie neurologiche e psichiatriche, quali Alzheimer, Parkinson, Huntington, SLA, epilessia, schizofrenia, depressione e disordini bipolari, autismo, per menzionarne soltanto alcune.

Il dolore, una sintomatologia comune alla maggior parte delle malattie dell’uomo, è una delle più frequenti cause alla base della richiesta da parte dei pazienti di un controllo medico, riconosce due componenti neurologici una periferica e una centrale. Comprendere come il cervello funzioni in condizioni normali e come invece sia alterata la sua funzione in condizioni patologiche dipenderà dalla nostra capacità di correlare i diversi livelli della gerarchia dell’organizzazione celebrale in una cornice concettuale unificata a partire dalle molecole al comportamento e alle più nobili funzioni cerebrali.

La visione dell’EBRI è che le sfide che ancora ci attendono nelle neuroscienze, possono essere risolte soltanto con un approccio altamente multidisciplinare e integrato, che coinvolge l’impiego e lo sviluppo di tecnologie avanzate provenienti da diversi campi. I meccanismi molecolari e cellulari alla base delle funzioni celebrali, lo sviluppo di processi di plasticità neuronale sottendono le più alte funzioni celebrali e costituiscono una piattaforma comune in cui sono integrati meccanismi biochimici, genetici, elettrofisiologici, che si verificano a livello sinaptico e dei neuroni ed, essendo alla base di funzioni cerebrali elevate quali apprendimento, memoria, sensazioni ed emozioni, sono molto importante al fini di comprendere in maniera razionale le radici profonde delle patologie neurologiche e mentali.

Nell’ambito di una visione così ampia, le linee di ricerca dell’EBRI saranno particolarmente concentrate sui meccanismi fondamentali di tipo molecolare e cellulare alla base delle funzione dei neuroni in via di sviluppo e di quelli adulti nonché delle sinapsi che costituiscono i diversi circuiti nelle varie aree del cervello studiate con una stretta integrazione di diversi approcci multidisciplinari che comprendono biologia molecolare, biochimica, biologia cellulare, biofisica, elettrofisiologia, genetica, neurofarmacologia, neurogenomica, bioinformatica,  comportamento e imaging.

Alla luce di queste considerazioni, l'obiettivo scientifico generale di EBRI consiste nell'incorporare le neuroscienze sistemiche e computazionali con il livello cellulare e molecolare.
EBRI ha come obiettivo fondamentale quello di attrarre giovani talenti con una preparazione di base diversa con profonde motivazioni per lo studio del cervello e in particolare giovani ricercatori che dopo la laurea svolgono in maniera autonoma e indipendente i loro progetti di ricerca.

Per raggiungere gli obiettivi prefissati tramite un approccio multidisciplinare, i collaboratori scientifici di diversa formazione utilizzano tecniche di biologia molecolare e cellulare, genetica, biofisica, bioinformatica, gnomica e proteomica, elettrofisiologia, neurofarmacologia e nanotecnologie, al fine di:

  1. - studiare gli eventi molecolari coinvolti nella plasticità sinaptica alla base della memoria e dell’apprendimento, in sistemi sperimentali ben definiti;
  2. - studiare le basi molecolari di malattie neurodegenerative di estrema rilevanza sociale e medica, come Alzheimer, Parkinson;
  3. - studiare il ruolo del fattore di Crescita Nervoso (Nerve Growth Factor, NGF) ed i suoi analoghi nel ripristinare le alterazioni dell’LTP e della plasticità sinaptica in modelli sperimentali di malattie neurodegenerative e il loro ruolo nella rigenerazione neuronale;
  4. - comprendere i meccanismi energetici dei neuroni in condizione fisiologiche e patologiche;
  5. - studiare i meccanismi di base per la neuro genesi nello sviluppo e nei neuroni adulti ed esplorare l’uso potenziale di cellule staminali neurali nel trattamento di malattie neurologiche;
  6. - utilizzare i risultati conseguiti per sviluppare nuovi approcci terapeutici alle malattie neurodegenerative.