Caricamento
Ebri.it



Enrico Cherubini

Laboratorio

Microcircuiti corticali

Email

enrico.cherubini@sissa.it

 

Biografia

Dopo aver ricevuto la Laurea in Medicina e Chirurgia  e la specializzazione in Neuropsichiatria Infantile presso l’Universita’ di Roma, Enrico Cherubini ha trascorso un anno a Marsiglia, dove sotto la guida del Prof. H. Gastaut, figura di spicco nel campo dell’Epilessia, ha conseguito “l’attestation d’Etude d’Electroencephalographie Clinique”.

Dopo un periodo di circa 15 anni all’estero, all’UCLA di Los Angeles, al MIT di Boston e a Parigi, come Directeur de Recherche all’INSERM, e’ rientrato nel 1991 in Italia come Professore Ordinario di Fisiologia alla SISSA di Trieste. Qui ha diretto per molti anni il Dipartimento prima di Biofisica e poi di Neurobiologia. In pensione dalla SISSA, dal 2014 è direttore scientifico dell’EBRI a Roma.

 

E’ stato membro del Grant Committee del Human Frontiers Science Program (HFSP). Ha partecipato a comitati di valutazione Nazionali (CNR, MIUR) ed Internazionali (INSERM, CNRS, ANR, Ministere de la Recherche (Francia), Commissione Europea, MRC, Oxford (UK), Riken Institute (Japan). Per diversi anni (fino al 2015) è stato membro dell’Advisory Board dell’Institut Pasteur di Montevideo (Uruguay). 

Dal 2011 al 2013 e’ stato Presidente della Società Italiana di Neuroscienze.

 

Internazionalmente riconosciuto come esperto della trasmissione sinaptica e della plasticità sinaptica durante lo sviluppo postnatale, negli anni ha prodotto una serie di lavori fondamentali sul ruolo della trasmissione GABAergica nel modulare e scolpire i circuiti neuronali nelle prime fasi dello sviluppo postnatale quando questo neurotrasmettitore esercita sui suoi target un’azione depolarizzante ed eccitatoria. La scoperta dell’azione eccitatoria del GABA, classico neurotrasmettitore inibitorio del cervello adulto, ha contribuito a comprendere meglio vari fenomeni legati allo sviluppo come la migrazione e differenziazione cellulare, la formazione delle sinapsi, i fenomeni plastici ad esse legati.

E’ interessato a comprendere come alterazioni delle vie di segnalazione GABAergica possano influenzare durante lo sviluppo del sistema nervoso processi patologici come  i disturbi dello spettro autistico che colpiscono circa 1 bambino su 150.

Ha supervisionato il lavoro scientifico di diversi studenti di PhD e Post Doc, alcuni dei quali hanno ottenuto posizioni accademiche sia in Italia sia all’estero.

Per la sua ricerca ha ricevuto vari grants Nazionali (CNR, MIUR, Telethon) ed Internazionali (ICTP, Novartis, Servier, INTAS, EU, CEI, American Alzheimer Association).

 

E’ attualmente titolare dei seguenti grants:

Telethon: (2016-2018) “Impairment of GABAergic signaling and synaptic plasticity as key determinants for neuro-developmental disorders: a study from NL3R451C knock-in mice, an animal model of autism”

Human Brain Project: (HBP, 2014-2018) “The systematic generation of antibodies against Neuroligins and their interaction partners: a proof of concept study”

Regione Lazio: (2015-2016) “Super-resolution Microscopy: a new technology for studying molecular and cellular dynamics in Biomedical Research”

 

Ha pubblicato più di 250 lavori su riviste Internazionali ad alto impatto incluse: Nature, Nature Communications, PNAS, EMBO J, J Neurosci, JBC, J Physiol, TINS, etc.

Il lavoro sulle oscillazioni spontanee GABAA-mediate dell’ippocampo (GDPs, J Physiol 1989) è stato riconosciuto un ”Classical Perspectives article”, essendo tra i dieci articoli di J Physiol più citati negli ultimi 60 anni (NC Spitzer, J Physiol 588:757-758, 2010).

Numero totale di citazioni:  9397; h-index: 47 (Google Scholar)

 

Selected Publications:

Antonelli R et al. Pin1-dependent signalling negatively affects GABAergic transmission by modulating neuroligin2/gephyrin interaction. Nat. Commun. 5:5066 doi: 10.1038/ncomms6066 (2014).

Caiati MD et al. PrPC controls via PKA the direction of synaptic plasticity in the immature hippocampus. J Neurosci 33:2973-2983 (2013). Highlighted in Nature News doi:10.1038/nature.2013.12428

Cherubini E. GABAergic Signaling at Newborn Mossy Fiber-CA3 Synapses Short- and Long-Term Activity-Dependent Plasticity Processes, In: Rubestain JLR and Rakic P Eds: Comprehensive Developmental Neuroscience, Academic Press, pp. 879-893 (2013).

Pizzarelli R & Cherubini E Alterations of GABAergic signaling in Autism Spectrum Disorders. Neuronal Plasticity, 297153. Epub 2011 Jun 23 (2011).

Sivakumaran S et al. At immature mossy fiber-CA3 synapses correlated pre and postsynaptic activity persistently enhances GABA release and network excitability via BDNF and cAMP-dependent PKA. J. Neurosci.29:2637-2647 (2009).

Mohajerani M et al. Correlated network activity enhances synaptic efficacy via BDNF and the ERK pathway at immature CA3-CA1 connections in the hippocampus. Proc Natl Acad Sci USA, 104: 13176–13181 (2007).

Safiulina VF et al. Low expression of Kv7/M channels facilitates intrinsic and network bursting in the developing rat hippocampus. J Physiol 586:5437-5453 (2008). See Clinical Perspective: D M Kullmann J Physiol 586: 5281 (2008).

Kasyanov AM et al. GABA-mediated giant depolarizing potentials as coincidence detectors for enhancing synaptic efficacy in the developing hippocampus. Proc Natl Acad Sci USA 101: 3967-3972 (2004). Highlighted in PNAS: Spitzer NC 101:5311-5312 (2004).

Maggi L et al. Nicotine activates immature “silent” connections in the developing hippocampus. Proc Natl Acad Sci USA 100: 2059-2064 (2003).

Gasparini S et al. Silent synapses in the developing hippocampus: lack of functional AMPA receptors or low probability of glutamate release? Proc Natl Acad Sci USA 97: 9741-9746 (2000).

Cherubini E et al. GABA: an excitatory transmitter in early postnatal life. TINS, 14: 515-519 (1991).

Cherubini E et al. A bee venom peptide induces long term potentiation of synaptic transmission in the hippocampus. Nature 328: 70-73 (1987).

 Ben-Ari Y et al.  Giant synaptic potentials in immature rat CA3 hippocampal neurones.  J Physiol 416: 303-325 (1989).