Caricamento
Ebri.it



European Brain Research Institute

EBRI (European Brain Research Institute) è un Istituto internazionale di ricerca scientific interamente dedicato allo studio delle Neuroscienze.

Costituito nel 2002, per volontà del premio Nobel Rita Levi-Montalcini, EBRI risponde alla necessità di avere in Italia un centro dove condurre ricerche di natura fondamentale sul cervello con l’obiettivo di individuare nuove strategie terapeutiche per malattie neurodegenerative, come l’Alzheimer, e per altri gravi disturbi del sistema nervoso.

Lo scopo dell'European Brain Research Institute è di studiare, al fine di delucidarle, le basi biologiche delle funzioni superiori del cervello dei mammiferi: le relazioni tra mente e cervello e i meccanismi della memoria. Oggi esistono tecnologie che consentono di studiare il cervello ad ogni livello della sua complessità e l'EBRI si  avvarrà di nuove tecnologie quali quelle fornite dalla genetica, dalla biologia molecolare, dalla neurofisiologia, dall’imaging cellulare e molecolare, dalle scienze computazionali ed informatiche e dagli studi del comportamento e soprattutto delle emergenti tecnologie genomiche e proteomiche.

I nostri obbiettivi :

  • - Creare un Istituto Internazionale interamente dedicato agli studi sul cervello per approfondire le conoscenze scientifiche sulle patologie neurologiche al fine di trovare terapie efficaci contro le Malattie d'Alzheimer e di Parkinson, e altri gravi disturbi della mente.
  • - Incentivare lo sviluppo di nuove tecniche applicate alle neuroscienze, tra cui la genomica, la proteomica, e la neuroinformatica.
  • - Promuovere il rientro in Italia di ricercatori che lavorano all'estero, nonché l'ingresso nel nostro paese di qualificati ricercatori non italiani.
  • - Contribuire alla formazione post-universitaria promuovendo corsi di specializzazione accademica di altissimo livello. In quest'ambito, l'elemento fondamentale e qualificante dell'EBRI sarà lo sviluppo di programmi di dottorato di ricerca, scuole estive internazionali e di interscambio con le accademie europee.